International+32 (0) 2332 3225

Controllo dello stato degli impianti

Sentite di più

La fabbrica è un ambiente rumoroso nel quale i guasti degli impianti sono coperti dai diversi rumori dell'ambiente di produzione.

Working steam traps preserve pure, safe and energy-efficient steam

SDT permette di udire ciò che accade in mezzo a tutto questo frastuono, allertando tutti i sensi in modo da prevenire la prossima catastrofe prima che si verifichi.

Il controllo dello stato degli impianti rappresenta un cambiamento nel modo di pianificare le attività di manutenzione. Anziché svolgere le attività in funzione del calendario, la manutenzione viene effettuata solo quando sopravviene un cambiamento nello stato di un impianto. La tecnologia a ultrasuoni fornisce i dati sullo stato degli organi meccanici rotanti e non rotanti, permettendo di prevedere i guasti con largo anticipo.

Il controllo a ultrasuoni tramite il rilevatore SDT270 o SDT200 è un elemento chiave della strategia di gestione dello stato degli impianti. Aiuta a pianificare le attività di manutenzione, a eseguire soltanto i lavori indispensabili e ad abbandonare la cultura della manutenzione reattiva.
SDT270 Video

Adozione della tecnologia a ultrasuoni come base della manutenzione predittiva – Parte 1

Per saperne di più sul passaggio dalla manutenzione reattiva a un programma di manutenzione predittiva

Scaricate le nostre riflessioni sull'argomento

Ultranalysis® Suite

Potente software per lo strumento intelligente

uas
Maggiori informazioni su Ultranalysis® Suite

Organi rotanti a bassa velocità e organi non rotanti

Numerosi processi utilizzano grandi organi meccanici rotanti che girano a bassa velocità. La previsione dei guasti dei cuscinetti e degli ingranaggi a bassa velocità con l'analisi delle vibrazioni può risultare piuttosto difficoltosa se non impossibile. Le soluzioni a ultrasuoni SDT integrano in modo ideale l'analisi delle vibrazioni. L’UAS (software Ultranalysis Suite) consente di acquisire segnali acustici dinamici e di realizzare analisi sulle modalità di guasto nel dominio del tempo.

Gli elementi non rotanti, come le reti di aria compressa e altri fluidi gassosi, gli scaricatori di condensa e le le reti elettriche di media e alta tensione forniscono tutti i dati necessari per il controllo dello stato dell'impianto.

Quattro indicatori di controllo (4 CI)

Le soluzioni a ultrasuoni SDT offrono una visione d'insieme che non si limita al semplice decibel.

Per un'efficace strategia di controllo, sono necessari dati affidabili che riflettano fedelmente lo stato degli impianti di produzione.

Prima dei 4 indicatori (4 CI), gli addetti alla manutenzione a ultrasuoni determinavano il trend dei dati a partire da un'unica misurazione acustica, effettuata nell'istante T. Se effettuata nel momento sbagliato, la misurazione rischiava di non rilevare il guasto oppure di amplificarlo. Oggi, grazie ai 4 indicatori di stato, è possibile definire il tempo di acquisizione prima di effettuare la misurazione. In questo modo, i dati risulteranno più precisi e più aderenti alla realtà.

Tenendo sotto controllo questi quattro indicatori nel programma a ultrasuoni, sarà possibile giocare d'anticipo e passare da un programma di manutenzione reattiva a uno di manutenzione predittiva.

Indicatore di controllo 1 – Livello di RMS globale

Si tratta della media della totalità dei campionamenti  acquisiti sotto forma di un valore RMS unico in decibel. Il livello RMS globale consente di stabilire il trend dello stato di un cuscinetto nel corso del suo ciclo di vita.

Indicatore di controllo 2 – Livello di RMS MAX (massimo)

È il valore di RMS più alto calcolato ogni 250 ms. Rispetto al RMS, determina se il segnale è stabile o variabile, ma non è molto sensibile al rilevamento di un impatto. Risulta particolarmente utile per il controllo degli scaricatori di condensa. .

Indicatore di controllo 3 – Valore di Picco

Si tratta del valore più alto registrato durante il ciclo di misurazione. È utile principalmente per gli impatti prodotti dai guasti allo stadio iniziale nei cuscinetti e negli ingranaggi. . Risulta utile anche per il controllo degli scaricatori di condensa..

Indicatore di controllo 4 – Fattore Cresta

È il rapporto tra il Picco e il RMS. Serve per stimare la gravità dei guasti di cuscinetti e ingranaggi.Consente anche di prevedere la vita utile rimanente. Quando un macchinario entra in modalità di guasto, il Fattore Cresta aumenta repentinamente, anche se il valore RMS resta moderato. I livelli del Fattore Cresta diminuiscono col progredire dello stadio di danneggiamento, fino a  che il valore di Cresta rimane alto mentre il valore RMS aumenta.

Consult with SDT

Consulenza gratuita:

Contattate senza esitazioni un esperto SDT per saperne di più sull'adozione della tecnologia a ultrasuoni e sull'elaborazione di un programma Managed Ultrasound

Pianificate la consulenza